cassandry long

cassandry long

zzzan:

Record Haul No. 18

The Smiths - Shakespeare

amandakayhughes:

Brand Manifesto Book

Design: Liquorice Studio

taipeievents:

2011-12-31 ~ 2012-1-1

For us foreigners, when the clock strikes midnight on December 31st we will start the year, 2012. Where will you be the last day of this year? Where will you be when the clock strikes twelve?

We have put together a list of some of the parties and events going on in and around Taipei this weekend. How will you spend this transitional weekend? However you spend it, make sure you have fun! Don’t sit around your apartment all by yourself because the

colehamels:

Chase Utley, Jen Utley, Heidi Hamels,

Quando abbasso gli occhi su questa fica fottuta di puttana sento tutto il mondo sotto di me, un mondo che barcolla e precipita, un mondo usato e levigato come il cranio di un lebbroso. Se ci fosse un uomo che osasse dire tutto quello che ha pensato di questo mondo, non gli resterebbe un piede quadrato di terreno su cui stare in piedi. Quando un uomo si fa avanti, il mondo gli crolla addosso e gli rompe la schiena. Ma ne restano in piedi sempre troppe, di colonne, troppa umanità purulenta perché fiorisca l’uomo. La sovrastruttura è una menzogna e le fondamenta sono una paura trepidante. Se a intervalli di secolo compare un uomo con uno sguardo disperato, affamato, nell’occhio, un uomo capace di rovesciare il mondo per creare una razza nuova, l’amore che egli porta al mondo si muta in bile ed egli diviene un flagello. Se a volte incontriamo pagine esplosive, pagine che feriscono e bruciano, che strappano gemiti e lacrime e bestemmie, sappiate che son pagine di un uomo alle corde, un uomo a cui non resta altra difesa che le parole e le parole sono sempre più forti della menzogna, peso schiacciante del mondo, più forte di tutte le ruote e i cavalletti che i vili inventano per infrangere il miracolo della personalità. Se un uomo mai osasse tradurre tutto quel che ha nel cuore, mettere giù quella che è la sua vera esperienza, quel che è veramente verità, io credo allora che il mondo andrebbe infranto, che si sfascerebbe in frantumi, e né dio, né accidente, né volontà potrebbe mai radunare i pezzi, gli atomi, gli elementi indistruttibili che componevano il mondo.
Nei quattrocento anni dopo che comparve l’ultima anima divoratrice, l’ultimo uomo che conoscesse il significato dell’estasi, c’è stato un continuo netto declino dell’uomo nell’arte, nel pensiero, nell’azione. Il mondo è esausto: non ne è rimasta una scoreggia secca. Come può, chi possieda occhio affamato, disperato, aver il minimo riguardo di questi attuali governi, leggi, codici, principi, ideali, idee, totem e tabù? Se qualcuno sapesse cosa significava leggere l’enigma di quella cosa che oggi si chiama “cretto” o un “buco”, se qualcuno avesse il minimo sentimento del mistero attorno al fenomeno che si etichetta “osceno”, questo mondo precipiterebbe. È l’orrore osceno, l’aspetto secco, fottuto delle cose che fa apparire come un cratere questa pazza civiltà. È questo grande abisso di nulla spalancato che gli spiriti creativi e le madri della razza si portano tra le gambe.
Tropico del Cancro
Henry Miller (via parolevuote)

(via parolevuote)

(via 96799)

scars:

Tattoo macro

awsharkfarts:

Daryl Dixon

If you want to know what a man’s like, take a good look at how he treats his inferiors, not his equals.
J.K. Rowling  (via catamarann)

(via catamarann)